Il metodo Pilates è un sistema di allenamento sviluppato all’inizio del 900 e prende il nome dal suo fondatore Joseph H. Pilates, il cui obiettivo era quello di rendere le persone più consapevoli di se stesse, del proprio corpo e della propria mente, motivo per il quale viene chiamato anche ‘’Contrology’’. Questo metodo segue rigorosamente princìpi fondati su una precisa base filosofica e teorica. Non si tratta di un semplice insieme di esercizi, ma di un vero metodo che, negli ultimi sessanta anni di pratica e di osservazione, si è sviluppato e perfezionato continuamente. 

Biografia del fondatore e nascita del metodo

Joseph Pilates all’età di quattordici anni era fisicamente gracile ed esile e per questo iniziò a dedicarsi alla ginnastica e al body building. La conoscenza dell’anatomia e dello sviluppo muscolare divennero oggetto di studio e parte integrante delle sua adolescenza. Per quattro anni allenò gli altri prigionieri con la sua sequenza di esercizi a corpo libero, sul tappetino che ad oggi prende il nome di “Matwork” (Joseph fu internato in un campo di concentramento inglese, durante la prima guerra mondiale, a causa della sua nazionalità tedesca.). Il metodo ebbe un immediato successo tra alcuni noti ballerini come George Balanchine e Martha Graham tanto che fino a non molto tempo fa, il “metodo pilates” rimase limitato all’ambiente dei ballerini classici.  In questi ultimi anni il suo successo non ha fatto che aumentare. Pilates morì nel 1967, senza lasciare eredi ufficiali che continuassero la sua scuola.

In cosa consiste?

E’ una tecnica di allenamento che contiene un programma di esercizi a corpo libero, e\o con l’ausilio di piccoli attrezzi: Roller, soft ball(piccola), fitness ball (grande) ,elastici, ring o circle. L’obiettivo è quello di sviluppare forza, flessibilità muscolare, mantenere l’equilibrio tra corpo e mente, rendere i movimenti fluidi e controllati (Contrology).

I benefici del Pilates

Questo metodo basato sull’acquisizione di una corretta postura e sulla percezione del proprio corpo,migliora:

  • La flessibilità;
  • La forza e la resistenza muscolare;
  • La postura statica e dinamica;
  • Controllo dei muscoli del busto;
  • Previene i dolori alla colonna vertebrale;
  • Fornisce un completamento e supporto per altra attività sportive;
  • Aumenta il controllo e la concentrazione mentale;
  • L’efficienza della respirazione combinata ai movimenti.

Bisogna inoltre rispettare dei principi fondamentali:
-Respirazione percezione respirazione addominale e toracica.
-Allungamento assiale;
-Controllo del centro (Concetto power house);
-Fluidità nell’esecuzione dei movimenti;
-Mobilizzazione della colonna vertebrale;
-Precisione del movimento.

Quando si esegue un esercizio di Pilates è necessario visualizzare mentalmente il movimento stesso, raggiungendo così il giusto grado di concentrazione e consapevolezza.  Concentrazione e consapevolezza sono, infatti, le parole chiave del metodo stesso.
E’ molto efficace per migliorare la forma fisica, per la postura, per la fluidità, schiena e articolazioni saranno più flessibili e resistenti, migliora le simmetrie e le armonie del corpo e rinforza ossa e muscoli.  E’ una disciplina alla portata di tutti, ovviamente adattata in base all’età e alle possibilità di ciascun soggetto. Si tratta dunque di un’attività versatile, che agisce tanto sul corpo quanto sulla mente.
Elisa Castrovinci.