Natura e gastronomia diventano gli ingredienti per una fuga caratterizzata da nuove esperienze. Perché allora non pensare di unire cultura e palato visitando un vigneto? Poter degustare un vino eccellente nel luogo in cui viene prodotto, proprio nel momento in cui i suoi profumi si diffondono con maggiore intensità nell’aria del vigneto, diventa un’esperienza dai tratti eccezionali.

Il gesto di portare il calice alle labbra si inserisce così all’interno di un processo sensoriale più ampio, che consente di penetrare plasticamente nella storia, nell’origine e nella vita dell’uva che si fa mosto e poi nettare, per constatarne la qualità ma anche la sincerità e la trasparenza.

Il CUS ha pensato per voi questa incredibile esperienza di una giornata tra i filari dell’Azienda agricola biologica “De Sanctis”.
Il 9 febbraio non perde questa occasione!

L’Azienda Agricola Biologica De Sanctis è a soli 15 km da Roma, immersa nella verde campagna del panorama vitivinicolo Frascati D.O.C.G. nell’area del antichissimo lago Regillo, in un ambiente ben conservato ancora intatto.

Programma della giornata

Appuntamento ore 11.00 presso L’Azienda Agricola Biologica De Sanctis situata in Via Pietraporzia, 50 Frascati (Rm).

ORE 11.15 – Presentazione dell’Azienda:
Nel meraviglioso panorama di Frascati, su un’antichissima terra vulcanica dove una volta sorgeva il leggendario lago Regillo, tra vigneti e ridenti uliveti, rinasce oggi l’azienda agricola “DE SANCTIS”, già viticoltori dal 1816, che valorizza la naturalità dei prodotti e l’autenticità del territorio. Luigi De Sanctis, affiancato dalla moglie e dai figli Andrea e Francesco, enologo dell’azienda, cui ha saputo infondere un sapere e una perseveranza antica, fermo e tenace nelle proprie convinzioni, fa della sua azienda un ammirevole esempio per l’impiego dei metodi dell’agricoltura biologica.

Il principio è quello di estrarre il prezioso succo d’uva senza inquinarlo nelle varie fasi della lavorazione, per ottenere un vino esente da difetti e con la propria “stabilità naturale”.

Questo procedimento permette di bere un vino “frutto”della sola fermentazione del succo d’uva, senza l’aggiunta di nessun additivo. La sfida della viticoltura biologica significa non solo il divieto dei pesticidi chimici, ma anche compiere una scelta sociale ed etica, che rispetti la natura e l’essere umano, rivolgendo una particolare attenzione alla salute ed alla qualità del prodotto finale.

L’attenzione rivolta a tutte le fasi della filiera produttiva, con il supporto di tecnologie all’avanguardia e coadiuvato dalla competenza di un giovanissimo ed appassionato team di enologi (Francesco De Sanctis e Matteo Lupi), garantiscono al consumatore la qualità e la genuinità dei vini prodotti nei propri vigneti, coltivati a Malvasia del Lazio, Bombino, Cabernet Franc e altri vitigni autoctoni storici della nostra area.

La cantina, di nuovissima costruzione, è dotata di modernissime tecnologie ma curata nella scelta dei materiali e degli elementi architettonici, per essere in armonia con il territorio circostante, Fortemente innovativo per la produzione dei vini è l’impianto geotermico.

ORE 11.30 – Passeggiata:
Si entra in vigna, passeggiata tra i filari fino a scendere nelle segrete cantine dove avverrà la spiegazione dei passaggi di vinificazione fino a giungere al prodotto finale il vino imbottigliato.

ORE 13.00 – Entrando in sala degustazione:
Entrando in sala si andrà ad effettuare il wine tasting accompagnato dalla spiegazione dell’enologo dell’azienda.

ORE 14.00 – Gioco Dea Bendata:
GIOCO DEA BENDATA verranno formati picccoli gruppi dove dovranno identificare un vino che verrà scelto dal nostro Enologo per capire la differenza tra i 3 vini proposti dall’Azienda. Piccolo rinfresco di accompagnamento.

ORE 15.00 – Conclusione evento:
Foto tutti insieme e conclusione della giornata.

Per partecipare all’evento:
ISCRIVITI